Fedeli - Micarelli

Una proposta musicale dove la matrice afroamericana si sposa con l'elettronica live. Le strutture sono decise al momento per lasciare il giusto spazio all'improvvisazione dei solisti. I temi standard sono concepiti secondo una nuova via dove "contaminazione" è la parola d'ordine ed il contenitore dell'espressività dei due musicisti.

MASSIMO FEDELI
Curriculum artistico
Massimo Fedeli studia fisarmonica dagli 8 agli 11 anni, successivamente inizia lo studio del pianoforte. Approfondisce poi lo studio del piano, dell’armonia e dell’arrangiamento avvalendosi dell’insegnamento dei maestri: Andrea Alberti, Cedar Walton, Harold Mabern e Paul Jeffrey nell’ambito di Masterclasses del Berklee College of Music. Nel 1987 inizia a collaborare con i "Silent Circus" come pianista, compositore ed arrangiatore. Partecipa con essi a molte rassegne Jazz di rilevanza nazionale ed internazionale (UMBRIA JAZZ 89, SIENA JAZZ 90 e 91), vantando collaborazioni con George Garzone, Massimo Urbani, Maurizio Giammarco. Nel 1989 collabora con i "Kammerton Vocal Ensemble" in qualità di pianista e tastierista.

Dal 1994 inizia una collaborazione stabile con i "Tete de Bois" partecipando a numerosi concerti in tutta Italia ed al Festival della Canzone d’Autore di Recanati nelle edizioni 1995 e 1997.

Dal 1998 fino al 2007 collabora con la compagnia teatrale “Donati-Olesen” arrangiando e suonando le musiche di PAOLO CONTE per lo spettacolo “Barbablues”, esibendosi per un centinaio di repliche in vari teatri italiani tra cui Morlacchi (Perugia), Mancinelli (Orvieto) e il Teatro Flaiano (Roma). Dal 1995 al 2000 collabora con la RAI, esibendosi in diretta, a varie trasmissioni tra cui ”RADIOTRE SUITE” ed “INVENZIONI A DUE VOCI”. Nel 2000 e 2001, per conto di RADIO RAITRE, compone e suona le musiche per lo sceneggiato radiofonico “SOTTO IL TOVAGLIOLO” di FEDERICO FELLINI e MINO MACCARI, in onda a Natale del 2000 e del 2001. Nel 2002 e 2003, per conto di RADIO RAITRE, scrive ed esegue proprie musiche per diverse edizioni del “TEATRO GIORNALE”. Negli stessi anni suona nel quintetto di Nunzio Rotondo. Nel 2004 collabora, suonando e partecipando parzialmente alla scrittura delle musiche di “Infernetto” di e con Giorgio Tirabassi in programmazione per più di un mese al Teatro Brancaccio.

Nel 2004 e 2005 continua la sua collaborazione con RAITRE componendo e registrando le musiche in varie occasioni tra cui lo sceneggiato “Bonnie e Clyde” di Idalberto Fei. Nel 2006 compone le musiche per lo spettacolo teatrale "Aspettando Godot" della compagnia Donati-Olesen.


Stefano Micarelli
In ambito jazzistico ha collaborato con nomi di spicco della scena italiana e con musicisti d’oltreoceano, Mike Mainieri, George Garzone, Benny Maupin, Harvie Swartz e Eddie Henderson, con i quali ha inciso anche dei CD e partecipato ai più grandi festival jazz della penisola.

Oltre ad aver avuto esperienze da turnista in ambito di trasmissioni tv Rai e Mediaset, da diversi anni affianca all’attività di chitarrista quella di produttore per l’etichetta Funkyjuice con un bacino di utenza internazionale (Inghilterra, Hong Kong, Stati Uniti, Australia, Giappone, ecc.) che lo ha visto uscire con il progetto Dynamic4 in Giappone per la storica etichetta Columbia-Jazz (Sony).

Firma la produzione e la composizione del brano “Reflejo de luna” contenuto nella colonna sonora del film di John Turturro “Fading gigolo” con Woody Allen. Nel campo della didattica chitarristica Micarelli è autore di ben tre video didattici per la Playgame music, partecipa alla parti musicali di vari libri e metodi, per la Ricordi, Muzzio, Arcana, ed è stato storico collaboratore del mensile Chitarre (rubriche e trascrizioni). Di recente pubblicazione per la Sinfonica è il manuale “La genesi del fraseggio“.

Insegna nella scuola Percentomusica (di cui è socio fondatore) e al conservatorio Licinio Refice di Frosinone (cattedra di chitarra jazz).